L’Ass. di Volontariato O.N.L.U.S. “Don Di Nanni alias Li Scumbenati” di Lecce (con 45 soci),  dopo il successo delle cinque edizioni precedenti del Concorso di poesia internazionale sia in dialetto salentino che in lingua Italiana “Il Galantuomo”, dà con gioia il via alla sesta edizione del concorso.


“Il Galantuomo” era un almanacchino scritto da Don Bosco fin dal 1854 e dato alle stampe fino al 1953, data di chiusura della casa editrice “Letture cattoliche”, contenente: raccomandazioni,  poesie allegre, brevi opere teatrali e notizie varie.


Il concorso, patrocinato nel 2012 dalla Presidenza della Repubblica, dalla Presidenza del Consiglio, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Lecce e dal Comune di Lecce e diffuso dal Provveditorato agli studi, nell’ultima edizione ha visto la partecipazione di ben 411 poeti delle scuole di ogni ordine e grado delle province di Lecce, Brindisi e Taranto, degli adulti di tutta Italia e degli ospiti del Carcere di Lecce.


Proprio quest’anno ha esteso la sua copertura anche a tutta l’Albania con una premiazione che si svolgerà anche a Tirana.


Ricordiamo inoltre che nella serata di premiazione della  quinta edizione, svoltasi presso la sala Congressi Ecotekne, si è avuta una presenza di oltre 600 spettatori e che il ricavato della stampa dell’antologia con le poesie di tutti i partecipanti viene utilizzato per opere di beneficenza ed adozioni a distanza (siamo già a due adozioni in Albania, sulla zona di Scutari, tramite A.V.S.I.).

Achille Arigliani